Fobia per la privacy. Era: Re: [nvda-it] Statistiche di NVDA


Gabriele Battaglia
 

Se vabbeh. L'idea di cosa sia o non sia veramente pericoloso per la privacy è estremamente fallace, nell'utente medio. Come dici giustamente, si vedono incoerenze macroscopiche fra ciò che la gente pensa, dice e fa. Vi è anche una ignoranza, nel vero senso del termine, molto molto diffusa, ignoranza che ovviamente è coltivata e fa comodo ai Bigs ma che in buona parte è anche colpa nostra che difficilmente abbiamo voglia di ragionare e cercare fonti alternative di notizie o andare a fondo di una informazione.

Io suggerisco a tutti gli amanti del Podcast, di non perdervi nemmeno una puntata di 2024, di Radio24; ovviamente c'è in radio al venerdì sera e alla domenica all'una, ma è molto più comodo in Podcast.

PS: non che risolva i problemi di inconsapevolezza sui pericoli veri per la privacy, ma insomma: il tema sicurezza è trattato spesso e con grande competenza.
Gabry.


Deejay Raf
 

Il 21/06/2021 09:37, Gabriele Battaglia via groups.io ha scritto:
Io suggerisco a tutti gli amanti del Podcast, di non perdervi nemmeno una puntata di 2024, di Radio24;
Raf:
Ottima trasmissione, ottimo il superpodcast, che viene chiamato così poiché contiene tutte le interviste in versione integrale che per ragioni di tempo in radio devono essere ridotte. Io la seguo da quando ero praticamente un ragazzino.

A questo proposito suggerisco anche il canale Youtube o il podcast "Ciao Internet!" di Matteo Flora, in cui si analizzano alcune tematiche inerenti la rete e le sue implicazioni nella vita di tutti i giorni, dalla privacy alla reputazione online.
Il sottotitolo della rubrica è
"Ciao, Internet!
Ogni giorno capire come la Rete ci cambia studiando Algoritmi e Regole che governano Macchine ed Umani!"

--
Deejay Raf


Gianluigi Coppelletti
 

Ciao,

come segnalazione di podcast dedicati alla tecnologia, segnalo anche Doppio Click di Radio Popolare di Milano e, forse più noto, il Disinformatico con Paolo Attivissimo trasmesso dalla Rete 3 della Radio Svizzera Italiana.

In merito alle fobie, invece, se Immuni è stato sostanzialmente un flop perché consentiva il controllo a distanza delle persone, l'app IO, utilizzata anche per il cash back, ha visto oltre 11 milioni di download. Peccato che ora il Garante per la Privacy abbia fatto un rilievo sull'app perché diversi dati passano attraverso Google e forse arrivano anche a qualche altra azienda californiana. Poco male se non fosse che parte di questi dati sono associati al codice fiscale.

Qui il documento del Garante:

https://www.garanteprivacy.it/documents/10160/0/Relazione+tecnica+sulle+interazioni+dell%27App+IO+con+i+servizi+di+Google%2C+Mixpanel+e+Instabug.pdf/b8f40205-b2e2-c761-6548-759453c2306d?version=1.0


Ciao.

Gigi

Il 21/06/2021 09.37, Gabriele Battaglia via groups.io ha scritto:
Se vabbeh. L'idea di cosa sia o non sia veramente pericoloso per la privacy è estremamente fallace, nell'utente medio. Come dici giustamente, si vedono incoerenze macroscopiche fra ciò che la gente pensa, dice e fa. Vi è anche una ignoranza, nel vero senso del termine, molto molto diffusa, ignoranza che ovviamente è coltivata e fa comodo ai Bigs ma che in buona parte è anche colpa nostra che difficilmente abbiamo voglia di ragionare e cercare fonti alternative di notizie o andare a fondo di una informazione.

Io suggerisco a tutti gli amanti del Podcast, di non perdervi nemmeno una puntata di 2024, di Radio24; ovviamente c'è in radio al venerdì sera e alla domenica all'una, ma è molto più comodo in Podcast.

PS: non che risolva i problemi di inconsapevolezza sui pericoli veri per la privacy, ma insomma: il tema sicurezza è trattato spesso e con grande competenza.
Gabry.




Stefano Rumignani
 

Ciao Gianluigi e tutti,
entro oggi nel tread, quindi chiedo scusa se dirò qualcosa già detto in precedenza.
Visto che trattate podcast di informatica, segnalo 2024 che da decenni istruisce i suoi ascoltatori.
E’ disponibile su varie piattaforme, oltre all’app di Radio24.
Riguardo all’app Immuni, era rispettosa della privacy, ma c’erano troppe variabili: quanti la installavano, quanti davano il consenso di comunicare la propria positività e altro.
l’adozione o meno di quest’app ha fatto si che sia risultata un flop.
Sul canale Dday su Youtube proverete le relative recensioni.
Ciao!

Stefano

Il giorno 21 giu 2021, alle ore 14:44, Gianluigi Coppelletti <gianluigi@uicparma.it> ha scritto:

Ciao,

come segnalazione di podcast dedicati alla tecnologia, segnalo anche Doppio Click di Radio Popolare di Milano e, forse più noto, il Disinformatico con Paolo Attivissimo trasmesso dalla Rete 3 della Radio Svizzera Italiana.

In merito alle fobie, invece, se Immuni è stato sostanzialmente un flop perché consentiva il controllo a distanza delle persone, l'app IO, utilizzata anche per il cash back, ha visto oltre 11 milioni di download. Peccato che ora il Garante per la Privacy abbia fatto un rilievo sull'app perché diversi dati passano attraverso Google e forse arrivano anche a qualche altra azienda californiana. Poco male se non fosse che parte di questi dati sono associati al codice fiscale.

Qui il documento del Garante:

https://www.garanteprivacy.it/documents/10160/0/Relazione+tecnica+sulle+interazioni+dell%27App+IO+con+i+servizi+di+Google%2C+Mixpanel+e+Instabug.pdf/b8f40205-b2e2-c761-6548-759453c2306d?version=1.0


Ciao.

Gigi

Il 21/06/2021 09.37, Gabriele Battaglia via groups.io ha scritto:
Se vabbeh. L'idea di cosa sia o non sia veramente pericoloso per la privacy è estremamente fallace, nell'utente medio. Come dici giustamente, si vedono incoerenze macroscopiche fra ciò che la gente pensa, dice e fa. Vi è anche una ignoranza, nel vero senso del termine, molto molto diffusa, ignoranza che ovviamente è coltivata e fa comodo ai Bigs ma che in buona parte è anche colpa nostra che difficilmente abbiamo voglia di ragionare e cercare fonti alternative di notizie o andare a fondo di una informazione.

Io suggerisco a tutti gli amanti del Podcast, di non perdervi nemmeno una puntata di 2024, di Radio24; ovviamente c'è in radio al venerdì sera e alla domenica all'una, ma è molto più comodo in Podcast.

PS: non che risolva i problemi di inconsapevolezza sui pericoli veri per la privacy, ma insomma: il tema sicurezza è trattato spesso e con grande competenza.
Gabry.