Topics

Demo virtualizzazione Mac in windows10 con Vmware e nvda


sergio brunetti
 

Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0

Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche mese fa.

Se volete, buon ascolto.


sergio brunetti
 

Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo aggiornamento sulla faccenda.

I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control alt).

Premuti solo quelli, si torna a windows.

Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.

Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo spazio.

Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.

https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0

Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita che si utilizzerebbe su un mac reale.

Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0

Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche mese fa.

Se volete, buon ascolto.



vincenzo gramuglia <gramuglia83@...>
 

Ciao,
approffito del tread per aggiungere altre cose visto che in questi
giorni oltre ad aver letto in rete sulla faccenda, la conferma lo avuta
ieri pomeriggio installando il mac in macchina virtuale.
Oltre alle caratteristiche hardware, per poter far funzionare la cosa,
in alcuni casi va impostata una funzionalità dal bios del pc altrimenti
appena si avvia la macchina virtuale appare un messaggio di errore in
inglese.

Il 13/03/2019 15:32, sergio brunetti ha scritto:
Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo
aggiornamento sulla faccenda.

I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema
principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control alt).

Premuti solo quelli, si torna a windows.

Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche
frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.

Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo spazio.

Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove
possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.

https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0


Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma
è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita
che si utilizzerebbe su un mac reale.


Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla
virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0


Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in
giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i
sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia
possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e
sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler
provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale
MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal
access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda
virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un
sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli
virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha
introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche
mese fa.

Se volete, buon ascolto.





sergio brunetti
 

chiedo scusa per gli eventuali errori nel messaggio: sto provando una nuova tastiera braille per android. Vincenzo, ho due domande per te: command e option corrispondono anche sul tuo computer al tasto windows e ad alt? Vo più spazio ti funziona se tieni premuti control più alt e quindi premi lo spazio così come è sul mio asus? Quale computer hai usato per virtualizzare?


In data 14 Marzo 2019 11:19:57 "vincenzo gramuglia" <gramuglia83@...> ha scritto:

Ciao,
approffito del tread per aggiungere altre cose visto che in questi
giorni oltre ad aver letto in rete sulla faccenda, la conferma lo avuta
ieri pomeriggio installando il mac in macchina virtuale.
Oltre alle caratteristiche hardware, per poter far funzionare la cosa,
in alcuni casi va impostata una funzionalità dal bios del pc altrimenti
appena si avvia la macchina virtuale appare un messaggio di errore in
inglese.

Il 13/03/2019 15:32, sergio brunetti ha scritto:
Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo
aggiornamento sulla faccenda.
I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema
principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control alt).
Premuti solo quelli, si torna a windows.
Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche
frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.
Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo spazio.
Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove
possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.
https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0
Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma
è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita
che si utilizzerebbe su un mac reale.
Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla
virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0


Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in
giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i
sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia
possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e
sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler
provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale
MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal
access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda
virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un
sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli
virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha
introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche
mese fa.

Se volete, buon ascolto.




sergio brunetti
 

verissimo! Sul mio computer la funzione era già attiva, ma generalmente, se presente, bisogna agire dal bios per abilitarla.


In data 14 Marzo 2019 11:19:57 "vincenzo gramuglia" <gramuglia83@...> ha scritto:

Ciao,
approffito del tread per aggiungere altre cose visto che in questi
giorni oltre ad aver letto in rete sulla faccenda, la conferma lo avuta
ieri pomeriggio installando il mac in macchina virtuale.
Oltre alle caratteristiche hardware, per poter far funzionare la cosa,
in alcuni casi va impostata una funzionalità dal bios del pc altrimenti
appena si avvia la macchina virtuale appare un messaggio di errore in
inglese.

Il 13/03/2019 15:32, sergio brunetti ha scritto:
Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo
aggiornamento sulla faccenda.
I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema
principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control alt).
Premuti solo quelli, si torna a windows.
Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche
frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.
Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo spazio.
Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove
possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.
https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0
Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma
è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita
che si utilizzerebbe su un mac reale.
Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla
virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0


Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in
giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i
sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia
possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e
sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler
provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale
MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal
access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda
virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un
sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli
virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha
introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche
mese fa.

Se volete, buon ascolto.




vincenzo gramuglia <gramuglia83@...>
 

Ciao,
la virtualizzazione purtroppo non sono riuscito a farla sergio, questo
per i motivi che o espresso nel mio precedente intervento.
Se ti interessa il pc dove o fatto il tentativo, e un lenovo con una ram
di 8 gb quindi a 64 bit considera però che essendo uno di quei pc, di
ultima generazione a una tastiera un pò particolare e su quel pc, uso
una tastiera esterna wify.
Questo da dove scrivo, invece e un hp, sempre a 64 bit ma una ram di 4 gb.

Il 14/03/2019 11:40, sergio brunetti ha scritto:
chiedo scusa per gli eventuali errori nel messaggio: sto provando una
nuova tastiera braille per android. Vincenzo, ho due domande per te:
command e option corrispondono anche sul tuo computer al tasto windows e
ad alt? Vo più spazio ti funziona se tieni premuti control più alt e
quindi premi lo spazio così come è sul mio asus? Quale computer hai
usato per virtualizzare?


In data 14 Marzo 2019 11:19:57 "vincenzo gramuglia"
<gramuglia83@...> ha scritto:

Ciao,
approffito del tread per aggiungere altre cose visto che in questi
giorni oltre ad aver letto in rete sulla faccenda, la conferma lo avuta
ieri pomeriggio installando il mac in macchina virtuale.
Oltre alle caratteristiche hardware, per poter far funzionare la cosa,
in alcuni casi va impostata una funzionalità dal bios del pc altrimenti
appena si avvia la macchina virtuale appare un messaggio di errore in
inglese.

Il 13/03/2019 15:32, sergio brunetti ha scritto:
Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo
aggiornamento sulla faccenda.

I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema
principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control
alt).

Premuti solo quelli, si torna a windows.

Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche
frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.

Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo
spazio.

Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove
possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.

https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0



Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma
è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita
che si utilizzerebbe su un mac reale.


Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla
virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0



Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in
giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i
sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia
possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e
sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler
provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale
MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal
access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda
virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un
sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli
virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha
introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche
mese fa.

Se volete, buon ascolto.









Iolanda D'Onofrio
 

scusami, in che senso la tastiera è un po’ particolare?
sono ignorante abbi pazienza.
Un salutone.

Il giorno 14 mar 2019, alle ore 12:01, vincenzo gramuglia <gramuglia83@...> ha scritto:

Ciao,
la virtualizzazione purtroppo non sono riuscito a farla sergio, questo
per i motivi che o espresso nel mio precedente intervento.
Se ti interessa il pc dove o fatto il tentativo, e un lenovo con una ram
di 8 gb quindi a 64 bit considera però che essendo uno di quei pc, di
ultima generazione a una tastiera un pò particolare e su quel pc, uso
una tastiera esterna wify.
Questo da dove scrivo, invece e un hp, sempre a 64 bit ma una ram di 4 gb.
Il 14/03/2019 11:40, sergio brunetti ha scritto:
chiedo scusa per gli eventuali errori nel messaggio: sto provando una
nuova tastiera braille per android. Vincenzo, ho due domande per te:
command e option corrispondono anche sul tuo computer al tasto windows e
ad alt? Vo più spazio ti funziona se tieni premuti control più alt e
quindi premi lo spazio così come è sul mio asus? Quale computer hai
usato per virtualizzare?


In data 14 Marzo 2019 11:19:57 "vincenzo gramuglia"
<gramuglia83@...> ha scritto:

Ciao,
approffito del tread per aggiungere altre cose visto che in questi
giorni oltre ad aver letto in rete sulla faccenda, la conferma lo avuta
ieri pomeriggio installando il mac in macchina virtuale.
Oltre alle caratteristiche hardware, per poter far funzionare la cosa,
in alcuni casi va impostata una funzionalità dal bios del pc altrimenti
appena si avvia la macchina virtuale appare un messaggio di errore in
inglese.

Il 13/03/2019 15:32, sergio brunetti ha scritto:
Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo
aggiornamento sulla faccenda.

I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema
principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control
alt).

Premuti solo quelli, si torna a windows.

Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche
frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.

Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo
spazio.

Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove
possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.

https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0



Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma
è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita
che si utilizzerebbe su un mac reale.


Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla
virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0



Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in
giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i
sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia
possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e
sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler
provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale
MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal
access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda
virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un
sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli
virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha
introdotto nell'affascinante mondo della virtualizzazione qualche
mese fa.

Se volete, buon ascolto.









sergio brunetti
 

Piccola postilla:

invertendo command e option dalle opzioni tastiera del Mac virtuale, il tasto alt diventa command e il tasto windows diventa option. In tal modo control alt non ha una doppia funzione ovvero non deve fare da tasto VO e da tasto host per passare da sistema virtualizzato a sistema windows. Per tanto, control windows spazio funziona come in una normale tastiera Apple e non è quindi necessario tenere lo spazio premuto.

Il 13/03/2019 15:32, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Riprendo brevemente l'argomento e chiudo qui, solo per un piccolo aggiornamento sulla faccenda.

I tasti host per passare da sistema virtualizzato (Mac) a sistema principale (windows) sono gli stessi della combinazione VO (control alt).

Premuti solo quelli, si torna a windows.

Premendo invece la combinazione più lo spazio e tenendo giù per qualche frazione di secondo in più quest'ultimo, voice over esegue l'azione.

Non è insomma necessario premere due volte in rapida successione lo spazio.

Ripropongo il link del file audio che ho un pochino accorciato dove possibile, e al quale ho aggiunto in voce quanto ho qui scritto.

https://www.dropbox.com/s/kbu776h0akjl7qk/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0

Nella demo per cliccare su un pulsante premo vo più spazio due volte, ma è possibile anche usare la combinazione canonica nella maniera solita che si utilizzerebbe su un mac reale.


Il 11/03/2019 19:34, sergio brunetti via Groups.Io ha scritto:
Posto di seguito il link ad una breve dimostrazione audio sulla virtualizzazione di Mac Mojave beta su windows10.

https://www.dropbox.com/s/g6paoup72jwx4yd/24%20virtualizzazione%20Mac%20in%20windows10%20Vmware%20Nvda.mp3?dl=0

Mi sono imbarcato in questa avventura perché avevo sentito dire in giro che con le ultime versioni di MacOs era possibile leggere i sottotitoli di netflix. Per la cronaca, pare che la cosa non sia possibile. Sia come sia, tutto fa buon brodo. Sapere cose in più e sempre meglio che non saperle.

Io e il Mac non abbiamo mai legato, ma qualcuno di voi potrebbe voler provare come è il mondo della mela prima di acquistare un terminale MacOs. Perché no?

Invio il messaggio sia alla lista di nvda, sia a quella di universal access.

Occorrente:

una versione di Vmware non commerciale, una patch che renda virtualizzabili anche i sistemi MacOs e una macchina virtuale di un sistema operativo di Apple.

Cercando in rete si trova tutto ciò che serve.

La patch non rende pro la versione di Vmware.

Serve solo a far apparire in elenco anche i sistemi MacOs tra quelli virtualizzabili.

Chiudo ringraziando il mio buon amico Miguel, il quale mi ha introdotto nell'affascinante  mondo della virtualizzazione qualche mese fa.

Se volete, buon ascolto.




Alberto Buffolino
 

sergio brunetti, il 16/03/2019 12.08, ha scritto:
invertendo command e option dalle opzioni tastiera del Mac virtuale, il tasto alt diventa command e il tasto windows diventa option. In tal modo control alt non ha una doppia funzione ovvero non deve fare da tasto VO e da tasto host per passare da sistema virtualizzato a sistema windows.
Alberto:
Ciao Sergio,
volevo solo dirti che anch'io mi sto attrezzando per questo tipo di virtualizzazione. Sicché... grazie mille di queste condivisioni! :)
Alberto