Date   
Re: O. T. Esperienze utili con audible.

sergio brunetti
 

No. I file sono criptati comunque. Così come sono puoi utilizzarli solo con Audible.

In data 18 Marzo 2020 09:36:14 "luigi latini" <lulati@...> ha scritto:


Ciao,
   grazie, intanto ho scaricato il tuo suggerimento.
Poi scrivi: 1) puoi scegliere di salvare in una destinazione diversa da quella di default, ma la cosa ti serve a poco se non decripti il file scaricato. Non pensare di trovarti davanti ad un file mp3;
Luigi: ma se dovessi decidere partirei ovviamente con un regolare abbonamento con il primo mese in prova. Cambia qualcosa?
Ciao.
----- Original Message -----
Sent: Tuesday, March 17, 2020 9:41 PM
Subject: Re: [nvda-it] O. T. Esperienze utili con audible.

1) puoi scegliere di salvare in una destinazione diversa da quella di default, ma la cosa ti serve a poco se non decripti il file scaricato. Non pensare di trovarti davanti ad un file mp3;
2) il programma per windows con nvda si gestisce abbastanza bene. Un annetto fa ho realizzato un tutorial che puoi scaricare da qui:
https://www.dropbox.com/s/032kdprncptwyyf/23%20audible%20accenno%20ad%20app%20android%20e%20uso%20con%20nvda.mp3?dl=0

In data 17 Marzo 2020 19:04:30 "luigi latini" <lulati@...> ha scritto:

Ciao,
   come da oggetto sarei interessato ad un piccolo confronto sull'argomento. In particolare, utilizzando windows, vorrei capire se esiste la possibilità, una volta fatto il mese di prova  dell'abbonamento, scaricare l'audiolibro prescelto per intero in una destinazione da me scelta.
Ho accettato di installare l'apposita app prevista per windows 10, purtroppo non del tutto amichevole. Non ho per esempio trovato il modo di ricercare il titolo che avrei voluto provare a prendere, sicuramente presente nel catalogo come visto dall'interno del sito amazon già questa mattina. In ogni caso la prospettiva - sia pure a costi non irrilevanti - sembrerebbe piuttosto interessante. Di molto aumentati i titoli italiani oggi presenti rispetto a quando guardai all'esordio di audible da noi.
Vero, abbiamo il libro parlato e altre risorse ancora; eppure è bastato ascoltare un assaggio di lettura - Il colibrì di Veronesi - per mettermi di fronte ad un vero capolavoro anche solo in termini di lettura cui non siamo alla fine troppo abituati.
Quale la vostra opinione? Qualcuno ha bazzicato e conosce meglio di me l'app per windows. Vero esiste sia quella per ios e anche quella per android, magari perfino accessibilissime, non lo so ancora. Ma poi, dove mettono i materiali scaricati? Si potrà mai gestirli autonomamente o solo dall'interno delle relative app come immagino?
Grazie.
Luigi

Re: O. T. Esperienze utili con audible.

luigi latini
 


Ciao,
   grazie, intanto ho scaricato il tuo suggerimento.
Poi scrivi: 1) puoi scegliere di salvare in una destinazione diversa da quella di default, ma la cosa ti serve a poco se non decripti il file scaricato. Non pensare di trovarti davanti ad un file mp3;
Luigi: ma se dovessi decidere partirei ovviamente con un regolare abbonamento con il primo mese in prova. Cambia qualcosa?
Ciao.

----- Original Message -----
Sent: Tuesday, March 17, 2020 9:41 PM
Subject: Re: [nvda-it] O. T. Esperienze utili con audible.

1) puoi scegliere di salvare in una destinazione diversa da quella di default, ma la cosa ti serve a poco se non decripti il file scaricato. Non pensare di trovarti davanti ad un file mp3;
2) il programma per windows con nvda si gestisce abbastanza bene. Un annetto fa ho realizzato un tutorial che puoi scaricare da qui:
https://www.dropbox.com/s/032kdprncptwyyf/23%20audible%20accenno%20ad%20app%20android%20e%20uso%20con%20nvda.mp3?dl=0

In data 17 Marzo 2020 19:04:30 "luigi latini" <lulati@...> ha scritto:

Ciao,
   come da oggetto sarei interessato ad un piccolo confronto sull'argomento. In particolare, utilizzando windows, vorrei capire se esiste la possibilità, una volta fatto il mese di prova  dell'abbonamento, scaricare l'audiolibro prescelto per intero in una destinazione da me scelta.
Ho accettato di installare l'apposita app prevista per windows 10, purtroppo non del tutto amichevole. Non ho per esempio trovato il modo di ricercare il titolo che avrei voluto provare a prendere, sicuramente presente nel catalogo come visto dall'interno del sito amazon già questa mattina. In ogni caso la prospettiva - sia pure a costi non irrilevanti - sembrerebbe piuttosto interessante. Di molto aumentati i titoli italiani oggi presenti rispetto a quando guardai all'esordio di audible da noi.
Vero, abbiamo il libro parlato e altre risorse ancora; eppure è bastato ascoltare un assaggio di lettura - Il colibrì di Veronesi - per mettermi di fronte ad un vero capolavoro anche solo in termini di lettura cui non siamo alla fine troppo abituati.
Quale la vostra opinione? Qualcuno ha bazzicato e conosce meglio di me l'app per windows. Vero esiste sia quella per ios e anche quella per android, magari perfino accessibilissime, non lo so ancora. Ma poi, dove mettono i materiali scaricati? Si potrà mai gestirli autonomamente o solo dall'interno delle relative app come immagino?
Grazie.
Luigi

Re: O. T. Esperienze utili con audible.

sergio brunetti
 

1) puoi scegliere di salvare in una destinazione diversa da quella di default, ma la cosa ti serve a poco se non decripti il file scaricato. Non pensare di trovarti davanti ad un file mp3;
2) il programma per windows con nvda si gestisce abbastanza bene. Un annetto fa ho realizzato un tutorial che puoi scaricare da qui:
https://www.dropbox.com/s/032kdprncptwyyf/23%20audible%20accenno%20ad%20app%20android%20e%20uso%20con%20nvda.mp3?dl=0

In data 17 Marzo 2020 19:04:30 "luigi latini" <lulati@...> ha scritto:

Ciao,
   come da oggetto sarei interessato ad un piccolo confronto sull'argomento. In particolare, utilizzando windows, vorrei capire se esiste la possibilità, una volta fatto il mese di prova  dell'abbonamento, scaricare l'audiolibro prescelto per intero in una destinazione da me scelta.
Ho accettato di installare l'apposita app prevista per windows 10, purtroppo non del tutto amichevole. Non ho per esempio trovato il modo di ricercare il titolo che avrei voluto provare a prendere, sicuramente presente nel catalogo come visto dall'interno del sito amazon già questa mattina. In ogni caso la prospettiva - sia pure a costi non irrilevanti - sembrerebbe piuttosto interessante. Di molto aumentati i titoli italiani oggi presenti rispetto a quando guardai all'esordio di audible da noi.
Vero, abbiamo il libro parlato e altre risorse ancora; eppure è bastato ascoltare un assaggio di lettura - Il colibrì di Veronesi - per mettermi di fronte ad un vero capolavoro anche solo in termini di lettura cui non siamo alla fine troppo abituati.
Quale la vostra opinione? Qualcuno ha bazzicato e conosce meglio di me l'app per windows. Vero esiste sia quella per ios e anche quella per android, magari perfino accessibilissime, non lo so ancora. Ma poi, dove mettono i materiali scaricati? Si potrà mai gestirli autonomamente o solo dall'interno delle relative app come immagino?
Grazie.
Luigi

O. T. Esperienze utili con audible.

luigi latini
 

Ciao,
   come da oggetto sarei interessato ad un piccolo confronto sull'argomento. In particolare, utilizzando windows, vorrei capire se esiste la possibilità, una volta fatto il mese di prova  dell'abbonamento, scaricare l'audiolibro prescelto per intero in una destinazione da me scelta.
Ho accettato di installare l'apposita app prevista per windows 10, purtroppo non del tutto amichevole. Non ho per esempio trovato il modo di ricercare il titolo che avrei voluto provare a prendere, sicuramente presente nel catalogo come visto dall'interno del sito amazon già questa mattina. In ogni caso la prospettiva - sia pure a costi non irrilevanti - sembrerebbe piuttosto interessante. Di molto aumentati i titoli italiani oggi presenti rispetto a quando guardai all'esordio di audible da noi.
Vero, abbiamo il libro parlato e altre risorse ancora; eppure è bastato ascoltare un assaggio di lettura - Il colibrì di Veronesi - per mettermi di fronte ad un vero capolavoro anche solo in termini di lettura cui non siamo alla fine troppo abituati.
Quale la vostra opinione? Qualcuno ha bazzicato e conosce meglio di me l'app per windows. Vero esiste sia quella per ios e anche quella per android, magari perfino accessibilissime, non lo so ancora. Ma poi, dove mettono i materiali scaricati? Si potrà mai gestirli autonomamente o solo dall'interno delle relative app come immagino?
Grazie.
Luigi

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Jose' Tralli
 

Giuseppe, sono di sesto san giovanni appena fuori milano.

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di giuseppe.esposito151@...
Inviato: martedì 17 marzo 2020 18:15
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Questo sarà da ricordarsene dopo l'emergenza, perché non ci dobbiamo illudere, il coronavirus passerà e ne sono certo, ma di sicuro altre emergenze verranno, e l'utilizzo di canali preferenziali informatici per un aiuto a i più bisognosi si dovranno perforza creare.
Io spero che questa esperienza del coronavirus ci faccia riflettere per un futuro, e che la nostra associazione metta in campo tutti mezzi disponibili e pratici, per un supporto ai propri soci.
Intanto giosè insisti con questo numero verde, se sei un centralinista ma non solo, sappiamo tutti come attaccarci al telefono a finchè ci rispondano, e un consiglio, utilizza tutte le risorse a tuo favore, ti auguro veramente di cuore di trovare la giusta soluzione.
Ma dimmi: di dove sei precisamente?
Intanto ciao, e spero ci dia al più presto risposte positive!
Giuseppe Esposito


Giuseppe,

c'èè un numero di emergenza, che immagino sarà preso d'assalto esattamente come gli on line.

Il discorso è che se ci fossero dei canali preferenziali per noi per la spesa online, magari eviteremmo anche di gravare sui numeri d'emergenza che saranno sicuro presi d'assalto... e visto che le tecnologie ci sono e ci vengono in aiuto non è giusto che ci vengano meno nel momento del bisogno.



Il 17/03/20, giuseppe.esposito151@...<giuseppe.esposito151@...>
ha scritto:
Buon giorno, ma i servizi sociali del proprio comune dove sono?
In questi casi sia loro che la propria associazione uici di zona
devono attivarsi per aiutare coloro che ne anno bisogno!
Non capisco il perché non ci facciamo sentire da questi enti, che
ripeto, sono loro che devono aiutare i più bisognosi in questa emergenza.
Io non so Giosè di dove sia, ma qui sul lago di garda ci sono anche i
volontari del garda, un associazione onlus che si presta molto ad
accompagnare aziani invalidi eccetera, e so che proprio in questa
terribile emergenza, portano anche la spesa a casa.
Giuseppe Esposito


-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Jose' Tralli
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:53
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva
e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Per questo ho voluto fare segnalazione.
Io non sono ancora in emergenza stretta, ma bisogna un po' cercare di
prevenire... speriamo serva.
Grazie.

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Simone Dal Maso
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:02
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva
e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

stesso problema. Supermercato24 non ha giorni liberi, mai. EasyCoop
siamo al
6 aprile come prima consegna.
Hai fatto un bell'articolo José, mi hai preceduto ma va benissimo così.
Sinceramente mi sento discretamente arrabbiato, perché sono
sicurissimo che molta gente al supermercato ci potrebbe andare, ma
hanno scoperto quant'è bello farsi portare la spesa, svaligiando tra l'altro ogni cosa.
Onestamente se dovessi servirmi solo e soltanto della spesa online in
questo momento avrei seri problemi.
Poi dicono disabili fascia debole... E i servizi che potremmo usare
non vanno piu'.


Il 16/03/20, Alessandra Rossi<alessandra.rossi@...> ha scritto:
Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per
altre ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli
<jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una
segnalazione.



Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo
articolo, che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.



L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.



http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-
v isiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/
Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la
spesa

di José Tralli[image: Immagine rimossa dal mittente. *]

16 Marzo 2020

[image: Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesa]Io e mia
moglie siamo entrambi *persone con disabilità visiva*, lei cieca
totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per
la *consegna della spesa a domicilio*.
Nello specifico ci serviamo della Società *Esselunga*, che però,
almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le
fasce di consegna sono tutte occupate *fino al 30 marzo prossimo*.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da
Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo
impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di
più diventa *necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza*
come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno
ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non
doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se
giustificati da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa
d’assalto *l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo*.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti
*[14 marzo, N.d.R.]*, ho attivato *Amazon*, prime per fruire del
servizio *Prime Now*, che, permette di effettuare la spesa a
supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando
però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un
messaggio mi ha informato che *non vi sono fasce di consegna* per i
due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è
possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri *amici
non vedenti*, costretti a doversi servire dei servizi online per
approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere
prevista una sorta di *priorità* di qualche tipo per consentire alle
persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è
in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità,
visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché
questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da
casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni
prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove
le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo
negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi
saremmo *in seria difficoltà con l’approvvigionamento*.

Almeno nel nostro caso, quindi, *non è possibile fare affidamento su
altre persone* che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a
chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro *paradossale* che quella tecnologia che tanto ci è
di aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come
questa *ci venga a mancare*.



Inviato da iPhone





--
Simone Dal Maso
www.nvapple.it
www.nvda.it











--
Jose <<<

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

giuseppe.esposito151@...
 

Questo sarà da ricordarsene dopo l'emergenza, perché non ci dobbiamo illudere, il coronavirus passerà e ne sono certo, ma di sicuro altre emergenze verranno, e l'utilizzo di canali preferenziali informatici per un aiuto a i più bisognosi si dovranno perforza creare.
Io spero che questa esperienza del coronavirus ci faccia riflettere per un futuro, e che la nostra associazione metta in campo tutti mezzi disponibili e pratici, per un supporto ai propri soci.
Intanto giosè insisti con questo numero verde, se sei un centralinista ma non solo, sappiamo tutti come attaccarci al telefono a finchè ci rispondano, e un consiglio, utilizza tutte le risorse a tuo favore, ti auguro veramente di cuore di trovare la giusta soluzione.
Ma dimmi: di dove sei precisamente?
Intanto ciao, e spero ci dia al più presto risposte positive!
Giuseppe Esposito


Giuseppe,

c'èè un numero di emergenza, che immagino sarà preso d'assalto esattamente come gli on line.

Il discorso è che se ci fossero dei canali preferenziali per noi per la spesa online, magari eviteremmo anche di gravare sui numeri d'emergenza che saranno sicuro presi d'assalto... e visto che le tecnologie ci sono e ci vengono in aiuto non è giusto che ci vengano meno nel momento del bisogno.



Il 17/03/20, giuseppe.esposito151@...<giuseppe.esposito151@...>
ha scritto:
Buon giorno, ma i servizi sociali del proprio comune dove sono?
In questi casi sia loro che la propria associazione uici di zona
devono attivarsi per aiutare coloro che ne anno bisogno!
Non capisco il perché non ci facciamo sentire da questi enti, che
ripeto, sono loro che devono aiutare i più bisognosi in questa emergenza.
Io non so Giosè di dove sia, ma qui sul lago di garda ci sono anche i
volontari del garda, un associazione onlus che si presta molto ad
accompagnare aziani invalidi eccetera, e so che proprio in questa
terribile emergenza, portano anche la spesa a casa.
Giuseppe Esposito


-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Jose' Tralli
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:53
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva
e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Per questo ho voluto fare segnalazione.
Io non sono ancora in emergenza stretta, ma bisogna un po' cercare di
prevenire... speriamo serva.
Grazie.

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Simone Dal Maso
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:02
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva
e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

stesso problema. Supermercato24 non ha giorni liberi, mai. EasyCoop
siamo al
6 aprile come prima consegna.
Hai fatto un bell'articolo José, mi hai preceduto ma va benissimo così.
Sinceramente mi sento discretamente arrabbiato, perché sono
sicurissimo che molta gente al supermercato ci potrebbe andare, ma
hanno scoperto quant'è bello farsi portare la spesa, svaligiando tra l'altro ogni cosa.
Onestamente se dovessi servirmi solo e soltanto della spesa online in
questo momento avrei seri problemi.
Poi dicono disabili fascia debole... E i servizi che potremmo usare
non vanno piu'.


Il 16/03/20, Alessandra Rossi<alessandra.rossi@...> ha scritto:
Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per
altre ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli
<jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una
segnalazione.



Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo
articolo, che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.



L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.



http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-
v isiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/
Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la
spesa

di José Tralli[image: Immagine rimossa dal mittente. *]

16 Marzo 2020

[image: Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesa]Io e mia
moglie siamo entrambi *persone con disabilità visiva*, lei cieca
totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per
la *consegna della spesa a domicilio*.
Nello specifico ci serviamo della Società *Esselunga*, che però,
almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le
fasce di consegna sono tutte occupate *fino al 30 marzo prossimo*.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da
Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo
impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di
più diventa *necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza*
come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno
ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non
doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se
giustificati da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa
d’assalto *l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo*.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti
*[14 marzo, N.d.R.]*, ho attivato *Amazon*, prime per fruire del
servizio *Prime Now*, che, permette di effettuare la spesa a
supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando
però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un
messaggio mi ha informato che *non vi sono fasce di consegna* per i
due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è
possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri *amici
non vedenti*, costretti a doversi servire dei servizi online per
approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere
prevista una sorta di *priorità* di qualche tipo per consentire alle
persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è
in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità,
visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché
questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da
casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni
prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove
le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo
negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi
saremmo *in seria difficoltà con l’approvvigionamento*.

Almeno nel nostro caso, quindi, *non è possibile fare affidamento su
altre persone* che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a
chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro *paradossale* che quella tecnologia che tanto ci è
di aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come
questa *ci venga a mancare*.



Inviato da iPhone





--
Simone Dal Maso
www.nvapple.it
www.nvda.it











--
Jose <<<

Re: add on dropbox dove link download?

Carlo Sist
 

Ciao Leo e grazie e complimenti per la partecipazione al  tecno di nv apple.
carlo


Il giorno mar 17 mar 2020 alle ore 17:09 Leonardo M <leonardo.m@...> ha scritto:
Ciao Carlo, da qui. Nella pagina c’è scritto che è compatibile
****
La confezione diceva "Richiesto Windows 8 o superiore" così ho comprato un Mac.
Saluti, Leonardo M.
Vuoi scrivermi? Concesso, clicca qui!

Il giorno 17 mar 2020, alle ore 17:05, Carlo Sist <sist.carlo@...> ha scritto:

Buongiorno a tutti,
zio google mi porta alla pagina componenti aggiuntivi, così come add on updater, ma entrambi mi fan finire su un link download 2019 e non aggiornato.
Qualcuno sa dove  vi è link per il compatibile ultima n v d a?
Grazie anticipate.
carlo

Re: add on dropbox dove link download?

 

Ciao Carlo, da qui. Nella pagina c’è scritto che è compatibile
****
La confezione diceva "Richiesto Windows 8 o superiore" così ho comprato un Mac.
Saluti, Leonardo M.
Vuoi scrivermi? Concesso, clicca qui!

Il giorno 17 mar 2020, alle ore 17:05, Carlo Sist <sist.carlo@...> ha scritto:

Buongiorno a tutti,
zio google mi porta alla pagina componenti aggiuntivi, così come add on updater, ma entrambi mi fan finire su un link download 2019 e non aggiornato.
Qualcuno sa dove  vi è link per il compatibile ultima n v d a?
Grazie anticipate.
carlo

add on dropbox dove link download?

Carlo Sist
 

Buongiorno a tutti,
zio google mi porta alla pagina componenti aggiuntivi, così come add on updater, ma entrambi mi fan finire su un link download 2019 e non aggiornato.
Qualcuno sa dove  vi è link per il compatibile ultima n v d a?
Grazie anticipate.
carlo

tecno febbraio 2020: un numero del tutto speciale con otto contributi

Simone Dal Maso
 

Come preannunciato nell'ultima diretta radio di qualche settimana fa, riprende la nostra rivista sull'accessibilità con un numero che probabilmente è il più ricco di contributi degli ultimi anni;
infatti, questa edizione è il frutto del lavoro di due gruppi, il nostro e quello di Universalaccess: visto il periodo complicato che stiamo vivendo, si è pensato di unire le forze per portare agli ascoltatori qualcosa di diverso e di più ricco.
Perciò, questa edizione che andrà in onda su NvRadio martedì 17 marzo a partire dalle ore 21 supera le due ore di lunghezza, con ben sette podcast ed un articolo!
Ecco nel dettaglio il sommario di questo numero di Tecno:
- per la rubrica nuove idee dal mondo, Elena Brescacin ci parlerà del progetto Envision Glasses, occhiali intelligenti per l'autonomia;
- Vainer Broccoli invece ci condurrà alla scoperta del servizio Amazon Music, così da completare l'esperienza Amazon avendo parlato di Prime Video nel numero precedente della nostra rivista;
- Alessio Lenzi descrive nel dettaglio l'app TV, presente nei nostri dispositivi Apple e altri device, concentrandosi principalmente sul servizio Plus prodotto da Apple, con produzioni originali tutte audiodescritte;
- Leonardo Graziano in compagnia di Paolo Marcelli ci faranno conoscere un'app molto utile per Mac che consente di compiere svariate operazioni in una o più tracce audio;
- Simone Dal Maso effettuerà una panoramica delle novità e delle soluzioni ai problemi più comuni che hanno riguardato l'ultimo aggiornamento di NVDA, arrivato alla versione 2019.3.
- Abbiamo poi un contributo di Leonardo M. che ci farà scoprire un'utilissima app per Mac in grado di bloccare la pubblicità presente nei siti web;
- Vincenzo Rubano ci porta alla scoperta di un'utility per Voiceover in ambiente Mac che consente allo screen reader di effettuuare l'OCR del testo: ancora allo stato un po' embrionale ma senz'altro interessantissima;
- per finire, spazio ai giochi! Tommaso Nonis ci presenta un gioco di carte naturalmente accessibile che potrebbe rivelarsi un ottimo modo per trascorrere un po' di tempo in queste giornate decisamente lunghe.
L'appuntamento è per martedì 17 marzo alle ore 21; Per ascoltarci potrete utilizzare la nostra app per iOS, NvApple, disponibile su Appstore o collegarvi direttamente all’indirizzo:
http://www.nv-radio.it:8000/stream
Potrete utilizzare anche l’assistente vocale di Google pronunciando la frase riproduci NViradio o Alexa pronunciando la frase riproduci radio non vedenti accessibilità.
Come sempre, vi aspettiamo numerosi nonostante il poco preavviso, per trascorrere un po’ di tempo con noi in allegria!

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Jose' Tralli
 

Giuseppe,

c'èè un numero di emergenza, che immagino sarà preso d'assalto
esattamente come gli on line.

Il discorso è che se ci fossero dei canali preferenziali per noi per
la spesa online, magari eviteremmo anche di gravare sui numeri
d'emergenza che saranno sicuro presi d'assalto... e visto che le
tecnologie ci sono e ci vengono in aiuto non è giusto che ci vengano
meno nel momento del bisogno.



Il 17/03/20, giuseppe.esposito151@...<giuseppe.esposito151@...>
ha scritto:
Buon giorno, ma i servizi sociali del proprio comune dove sono?
In questi casi sia loro che la propria associazione uici di zona devono
attivarsi per aiutare coloro che ne anno bisogno!
Non capisco il perché non ci facciamo sentire da questi enti, che ripeto,
sono loro che devono aiutare i più bisognosi in questa emergenza.
Io non so Giosè di dove sia, ma qui sul lago di garda ci sono anche i
volontari del garda, un associazione onlus che si presta molto ad
accompagnare aziani invalidi eccetera, e so che proprio in questa terribile
emergenza, portano anche la spesa a casa.
Giuseppe Esposito


-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Jose' Tralli
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:53
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non
riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Per questo ho voluto fare segnalazione.
Io non sono ancora in emergenza stretta, ma bisogna un po' cercare di
prevenire... speriamo serva.
Grazie.

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Simone Dal Maso
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:02
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non
riusciamo a fare la spesa | Superando.it

stesso problema. Supermercato24 non ha giorni liberi, mai. EasyCoop siamo al
6 aprile come prima consegna.
Hai fatto un bell'articolo José, mi hai preceduto ma va benissimo così.
Sinceramente mi sento discretamente arrabbiato, perché sono sicurissimo che
molta gente al supermercato ci potrebbe andare, ma hanno scoperto quant'è
bello farsi portare la spesa, svaligiando tra l'altro ogni cosa.
Onestamente se dovessi servirmi solo e soltanto della spesa online in questo
momento avrei seri problemi.
Poi dicono disabili fascia debole... E i servizi che potremmo usare non
vanno piu'.


Il 16/03/20, Alessandra Rossi<alessandra.rossi@...> ha scritto:
Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per
altre ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli
<jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una
segnalazione.



Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo,
che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.



L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.



http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-v
isiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/
Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la
spesa

di José Tralli[image: Immagine rimossa dal mittente. *]

16 Marzo 2020

[image: Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesa]Io e mia
moglie siamo entrambi *persone con disabilità visiva*, lei cieca
totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per
la *consegna della spesa a domicilio*.
Nello specifico ci serviamo della Società *Esselunga*, che però,
almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le
fasce di consegna sono tutte occupate *fino al 30 marzo prossimo*.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da
Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo
impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di
più diventa *necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza*
come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno
ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non
doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati
da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto
*l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo*.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti
*[14 marzo, N.d.R.]*, ho attivato *Amazon*, prime per fruire del
servizio *Prime Now*, che, permette di effettuare la spesa a
supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando
però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un
messaggio mi ha informato che *non vi sono fasce di consegna* per i
due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è
possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri *amici
non vedenti*, costretti a doversi servire dei servizi online per
approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere
prevista una sorta di *priorità* di qualche tipo per consentire alle
persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è
in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità,
visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché
questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da
casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni
prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove
le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo
negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi
saremmo *in seria difficoltà con l’approvvigionamento*.

Almeno nel nostro caso, quindi, *non è possibile fare affidamento su
altre persone* che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a
chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro *paradossale* che quella tecnologia che tanto ci è di
aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa
*ci venga a mancare*.



Inviato da iPhone





--
Simone Dal Maso
www.nvapple.it
www.nvda.it











--
Jose <<<

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

giuseppe.esposito151@...
 

Buon giorno, ma i servizi sociali del proprio comune dove sono?
In questi casi sia loro che la propria associazione uici di zona devono attivarsi per aiutare coloro che ne anno bisogno!
Non capisco il perché non ci facciamo sentire da questi enti, che ripeto, sono loro che devono aiutare i più bisognosi in questa emergenza.
Io non so Giosè di dove sia, ma qui sul lago di garda ci sono anche i volontari del garda, un associazione onlus che si presta molto ad accompagnare aziani invalidi eccetera, e so che proprio in questa terribile emergenza, portano anche la spesa a casa.
Giuseppe Esposito


-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Jose' Tralli
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:53
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Per questo ho voluto fare segnalazione.
Io non sono ancora in emergenza stretta, ma bisogna un po' cercare di prevenire... speriamo serva.
Grazie.

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Simone Dal Maso
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:02
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

stesso problema. Supermercato24 non ha giorni liberi, mai. EasyCoop siamo al 6 aprile come prima consegna.
Hai fatto un bell'articolo José, mi hai preceduto ma va benissimo così. Sinceramente mi sento discretamente arrabbiato, perché sono sicurissimo che molta gente al supermercato ci potrebbe andare, ma hanno scoperto quant'è bello farsi portare la spesa, svaligiando tra l'altro ogni cosa.
Onestamente se dovessi servirmi solo e soltanto della spesa online in questo momento avrei seri problemi.
Poi dicono disabili fascia debole... E i servizi che potremmo usare non vanno piu'.


Il 16/03/20, Alessandra Rossi<alessandra.rossi@...> ha scritto:
Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per
altre ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli
<jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una
segnalazione.



Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo,
che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.



L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.



http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-v
isiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/
Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la
spesa

di José Tralli[image: Immagine rimossa dal mittente. *]

16 Marzo 2020

[image: Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesa]Io e mia
moglie siamo entrambi *persone con disabilità visiva*, lei cieca
totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per
la *consegna della spesa a domicilio*.
Nello specifico ci serviamo della Società *Esselunga*, che però,
almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le
fasce di consegna sono tutte occupate *fino al 30 marzo prossimo*.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da
Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo
impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di
più diventa *necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza*
come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno
ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non
doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati
da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto
*l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo*.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti
*[14 marzo, N.d.R.]*, ho attivato *Amazon*, prime per fruire del
servizio *Prime Now*, che, permette di effettuare la spesa a
supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando
però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un
messaggio mi ha informato che *non vi sono fasce di consegna* per i
due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è
possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri *amici
non vedenti*, costretti a doversi servire dei servizi online per
approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere
prevista una sorta di *priorità* di qualche tipo per consentire alle
persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è
in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità,
visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché
questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da
casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni
prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove
le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo
negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi
saremmo *in seria difficoltà con l’approvvigionamento*.

Almeno nel nostro caso, quindi, *non è possibile fare affidamento su
altre persone* che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a
chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro *paradossale* che quella tecnologia che tanto ci è di
aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa
*ci venga a mancare*.



Inviato da iPhone





--
Simone Dal Maso
www.nvapple.it
www.nvda.it

Google Chrome: così combatte il daltonismo con nuovi strumenti di sviluppo nel browser web.

Carlo Sist
 

Google Chrome: così combatte il daltonismo con nuovi strumenti di sviluppo nel browser web.
13 marzo 2020
A disposizione nella beta 82 nuovi strumenti di sviluppo che permettono di simulare la visione daltonica per risolvere eventuali problemi di accessibilità.

https://www.hwupgrade.it/news/web/google-chrome-cosi-combatte-il-daltonismo-con-nuovi-strumenti-di-sviluppo-nel-browser-web_87735.html

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Jose' Tralli
 

Grazie Alessandra, quel che mi premeva è che la notizia girasse

Visto che le tecnologie ci sono e le usiamo, a maggior ragione adesso dovrebbero esserci di supporto.

Ciao.

 

Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Alessandra Rossi
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 19:09
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

 

Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per altre ragioni ma al quale ho posto il problema.

Ciao

Alessandra

 

 

 

Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli <jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una segnalazione.

 

Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo, che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.

 

L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.


http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-visiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/

Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa

di José Tralli

16 Marzo 2020

Io e mia moglie siamo entrambi persone con disabilità visiva, lei cieca totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per la consegna della spesa a domicilio.
Nello specifico ci serviamo della Società Esselunga, che però, almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le fasce di consegna sono tutte occupate fino al 30 marzo prossimo.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di più diventa necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti [14 marzo, N.d.R.], ho attivato Amazon, prime per fruire del servizio Prime Now, che, permette di effettuare la spesa a supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un messaggio mi ha informato che non vi sono fasce di consegna per i due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri amici non vedenti, costretti a doversi servire dei servizi online per approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere prevista una sorta di priorità di qualche tipo per consentire alle persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità, visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi saremmo in seria difficoltà con l’approvvigionamento.

Almeno nel nostro caso, quindi, non è possibile fare affidamento su altre persone che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro paradossale che quella tecnologia che tanto ci è di aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa ci venga a mancare.

 

Inviato da iPhone

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Jose' Tralli
 

Per questo ho voluto fare segnalazione.
Io non sono ancora in emergenza stretta, ma bisogna un po' cercare di prevenire... speriamo serva.
Grazie.

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Simone Dal Maso
Inviato: lunedì 16 marzo 2020 20:02
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: [nvda-it] [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

stesso problema. Supermercato24 non ha giorni liberi, mai. EasyCoop siamo al 6 aprile come prima consegna.
Hai fatto un bell'articolo José, mi hai preceduto ma va benissimo così. Sinceramente mi sento discretamente arrabbiato, perché sono sicurissimo che molta gente al supermercato ci potrebbe andare, ma hanno scoperto quant'è bello farsi portare la spesa, svaligiando tra l'altro ogni cosa.
Onestamente se dovessi servirmi solo e soltanto della spesa online in questo momento avrei seri problemi.
Poi dicono disabili fascia debole... E i servizi che potremmo usare non vanno piu'.


Il 16/03/20, Alessandra Rossi<alessandra.rossi@...> ha scritto:
Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per
altre ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli
<jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una
segnalazione.



Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo,
che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.



L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.



http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-v
isiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/
Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la
spesa

di José Tralli[image: Immagine rimossa dal mittente. *]

16 Marzo 2020

[image: Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesa]Io e mia
moglie siamo entrambi *persone con disabilità visiva*, lei cieca
totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per
la *consegna della spesa a domicilio*.
Nello specifico ci serviamo della Società *Esselunga*, che però,
almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le
fasce di consegna sono tutte occupate *fino al 30 marzo prossimo*.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da
Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo
impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di
più diventa *necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza*
come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno
ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non
doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati
da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto
*l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo*.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti
*[14 marzo, N.d.R.]*, ho attivato *Amazon*, prime per fruire del
servizio *Prime Now*, che, permette di effettuare la spesa a
supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando
però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un
messaggio mi ha informato che *non vi sono fasce di consegna* per i
due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è
possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri *amici
non vedenti*, costretti a doversi servire dei servizi online per
approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere
prevista una sorta di *priorità* di qualche tipo per consentire alle
persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è
in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità,
visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché
questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da
casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni
prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove
le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo
negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi
saremmo *in seria difficoltà con l’approvvigionamento*.

Almeno nel nostro caso, quindi, *non è possibile fare affidamento su
altre persone* che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a
chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro *paradossale* che quella tecnologia che tanto ci è di
aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa
*ci venga a mancare*.



Inviato da iPhone





--
Simone Dal Maso
www.nvapple.it
www.nvda.it

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Manolo
 

Stesso problema,

qui a Roma la situazione è molto complessa, come un po da per tutto si vive alla giornata.

I servizi online non vanno, come ha già detto qualcuno si parla di categorie protette ma chi potrebbe fare la spesa al supermercato non lo fa intasando tutto.

I normodotati non collaborano pur sapendo che gente come noi hanno un estremo bisogno di servizi online.

Non sono arrabbiato ma sono molto deluso dal fatto che non si pensa ai casi più bisognosi.

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

antoniocignelli <toni.cigni@...>
 

chiedo scusa, ma interpellando il servizio di Protezione civile o forze dell’ordine o in primis il Comune credo che una soluzione la si possa trovare. Qui da me hanno attivato il servizio di protezione Civile dove tu ordini via WhatsApp e ti portano la spesa a casa. È vero, piccolo paese, però i servizi funzionano.

Inviato da iPhone

Il giorno 16 mar 2020, alle ore 18:35, Jose' Tralli <jose.tralli@...> ha scritto:



Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una segnalazione.

 

Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo, che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.

 

L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.


http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-visiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/

Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa

di José Tralli

16 Marzo 2020

Io e mia moglie siamo entrambi persone con disabilità visiva, lei cieca totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per la consegna della spesa a domicilio.
Nello specifico ci serviamo della Società Esselunga, che però, almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le fasce di consegna sono tutte occupate fino al 30 marzo prossimo.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di più diventa necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti [14 marzo, N.d.R.], ho attivato Amazon, prime per fruire del servizio Prime Now, che, permette di effettuare la spesa a supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un messaggio mi ha informato che non vi sono fasce di consegna per i due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri amici non vedenti, costretti a doversi servire dei servizi online per approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere prevista una sorta di priorità di qualche tipo per consentire alle persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità, visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi saremmo in seria difficoltà con l’approvvigionamento.

Almeno nel nostro caso, quindi, non è possibile fare affidamento su altre persone che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro paradossale che quella tecnologia che tanto ci è di aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa ci venga a mancare.

 

Inviato da iPhone

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Simone Dal Maso
 

stesso problema. Supermercato24 non ha giorni liberi, mai. EasyCoop
siamo al 6 aprile come prima consegna.
Hai fatto un bell'articolo José, mi hai preceduto ma va benissimo
così. Sinceramente mi sento discretamente arrabbiato, perché sono
sicurissimo che molta gente al supermercato ci potrebbe andare, ma
hanno scoperto quant'è bello farsi portare la spesa, svaligiando tra
l'altro ogni cosa.
Onestamente se dovessi servirmi solo e soltanto della spesa online in
questo momento avrei seri problemi.
Poi dicono disabili fascia debole... E i servizi che potremmo usare
non vanno piu'.

Il 16/03/20, Alessandra Rossi<alessandra.rossi@...> ha scritto:
Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per altre
ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli <jose.tralli@...>
ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una
segnalazione.



Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo,
che,
penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.



L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.



http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-visiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/
Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa

di José Tralli[image: Immagine rimossa dal mittente. *]

16 Marzo 2020

[image: Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesa]Io e mia
moglie siamo entrambi *persone con disabilità visiva*, lei cieca totale,
io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per la *consegna
della spesa a domicilio*.
Nello specifico ci serviamo della Società *Esselunga*, che però, almeno
da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le fasce di
consegna sono tutte occupate *fino al 30 marzo prossimo*.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da
Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo
impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di più
diventa *necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza* come
questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno
ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non doversi
magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati da motivi
di
necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto *l’unica fonte di
approvvigionamento che abbiamo*.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti *[14
marzo, N.d.R.]*, ho attivato *Amazon*, prime per fruire del servizio
*Prime
Now*, che, permette di effettuare la spesa a supermercati in zona per
farsela poi consegnare a domicilio. Quando però sono arrivato al
completamento dell’ordine, anche qui un messaggio mi ha informato che
*non
vi sono fasce di consegna* per i due giorni successivi, ovvero il periodo
di tempo entro cui è possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri *amici non
vedenti*, costretti a doversi servire dei servizi online per
approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere prevista
una sorta di *priorità* di qualche tipo per consentire alle persone con
disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è in possesso dei
dati inerenti i clienti portatori di disabilità, visto che ad essi è
legata
la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché questo
dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da
casa,
che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni prodotti
proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove le merci sono
effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo negozio
dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi saremmo *in
seria difficoltà con l’approvvigionamento*.

Almeno nel nostro caso, quindi, *non è possibile fare affidamento su
altre persone* che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a chi
poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro *paradossale* che quella tecnologia che tanto ci è di
aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa *ci
venga a mancare*.



Inviato da iPhone




--
Simone Dal Maso
www.nvapple.it
www.nvda.it

Re: [OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Alessandra Rossi
 

Ho mandato il link a un giornalista di Rai3 che mi ha contattata per altre ragioni ma al quale ho posto il problema.
Ciao
Alessandra



Il giorno lun 16 mar 2020 alle 18:35 Jose' Tralli <jose.tralli@...> ha scritto:

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una segnalazione.

 

Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo, che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.

 

L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.


http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-visiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/

Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa

di José Tralli

16 Marzo 2020

Immagine rimossa dal mittente. Carrello della spesaIo e mia moglie siamo entrambi persone con disabilità visiva, lei cieca totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per la consegna della spesa a domicilio.
Nello specifico ci serviamo della Società Esselunga, che però, almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le fasce di consegna sono tutte occupate fino al 30 marzo prossimo.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di più diventa necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti [14 marzo, N.d.R.], ho attivato Amazon, prime per fruire del servizio Prime Now, che, permette di effettuare la spesa a supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un messaggio mi ha informato che non vi sono fasce di consegna per i due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri amici non vedenti, costretti a doversi servire dei servizi online per approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere prevista una sorta di priorità di qualche tipo per consentire alle persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità, visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi saremmo in seria difficoltà con l’approvvigionamento.

Almeno nel nostro caso, quindi, non è possibile fare affidamento su altre persone che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro paradossale che quella tecnologia che tanto ci è di aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa ci venga a mancare.

 

Inviato da iPhone

[OT] - Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa | Superando.it

Jose' Tralli
 

Ragazzi, scusate l’off topic, ma pensavo fosse giusto fare una segnalazione.

 

Ho chiesto alla redazione di Superando di pubblicare questo articolo, che, penso rifletta la situazione in cui molti di noi si trovano.

Se vi va, condividete e diffondete.

 

L'ho condiviso anche sulla mia pagina Facebook.


http://www.superando.it/2020/03/16/siamo-due-persone-con-disabilita-visiva-e-non-riusciamo-a-fare-la-spesa/

Siamo due persone con disabilità visiva e non riusciamo a fare la spesa

di José Tralli

16 Marzo 2020

Io e mia moglie siamo entrambi persone con disabilità visiva, lei cieca totale, io cieco ventesimista, e ci avvaliamo dei servizi online per la consegna della spesa a domicilio.
Nello specifico ci serviamo della Società Esselunga, che però, almeno da tre giorni, non consente di effettuare ordini poiché le fasce di consegna sono tutte occupate fino al 30 marzo prossimo.
Capisco chiaramente la gravissima situazione legata alla pandemia da Covid-19 e tuttavia, se già in situazioni ordinarie noi siamo impossibilitati ad andare al supermercato a fare la spesa, ancor di più diventa necessario riuscire a farla in situazioni di emergenza come questa.
Mi riferisco al fatto che molto probabilmente tutti o quasi stanno ordinando online, vuoi per la paura del contagio, vuoi per non doversi magari esporre ai controlli di polizia, anche se giustificati da motivi di necessità. Così facendo, però, viene presa d’assalto l’unica fonte di approvvigionamento che abbiamo.

Purtroppo non sembra andare meglio su altri fronti. Ieri, infatti [14 marzo, N.d.R.], ho attivato Amazon, prime per fruire del servizio Prime Now, che, permette di effettuare la spesa a supermercati in zona per farsela poi consegnare a domicilio. Quando però sono arrivato al completamento dell’ordine, anche qui un messaggio mi ha informato che non vi sono fasce di consegna per i due giorni successivi, ovvero il periodo di tempo entro cui è possibile farsi consegnare le merci.
Questa grave limitazione mi è stata segnalata anche da altri amici non vedenti, costretti a doversi servire dei servizi online per approvvigionarsi di quanto necessario.

Nel caso di Esselunga, vien da chiedermi se non potrebbe essere prevista una sorta di priorità di qualche tipo per consentire alle persone con disabilità di effettuare la spesa. In fondo Esselunga è in possesso dei dati inerenti i clienti portatori di disabilità, visto che ad essi è legata la consegna gratuita.
Nel caso di Amazon Prime, invece, non credo sia possibile, poiché questo dato inerente alla disabilità non è presente.

Al momento ci stiamo avvalendo di un piccolo negozio non distante da casa, che però non ha una grandissima scelta di articoli, e alcuni prodotti proprio non li ha. Si tratta infatti di un minimarket, dove le merci sono effettivamente limitate.
Speriamo poi non debba mai succedere, ma se anche quel piccolo negozio dovesse per qualche motivo non essere più disponibile, noi saremmo in seria difficoltà con l’approvvigionamento.

Almeno nel nostro caso, quindi, non è possibile fare affidamento su altre persone che possano farci la spesa, e non sappiamo proprio a chi poter rivolgere la nostra richiesta.
Trovo per altro paradossale che quella tecnologia che tanto ci è di aiuto e ci rende autonomi, in una situazione di emergenza come questa ci venga a mancare.

 

Inviato da iPhone