Re: Testi accessibili ma protetti.


Gabriele Battaglia
 

Ciao Antonino.
In realtà, la soluzione ci sarebbe.
Sul finire del 19° secolo, un giornalista britannico, tale Edward Forsight, mise a punto una notazione denominata poi dal suo stesso nome, FEN, che, grazie ad una stringa di testo, riassume in maniera inequivocabile e completa, ogni posizione possibile sulla scacchiera.
Basterebbe associare quindi il FEN ad ogni immagine, diagramma, posizione, esercizio.

Naturalmente è stata la prima cosa che ho detto all'editore non appena è uscito il discorso delle figurine impossibili da scansionare. Lui mi ha interrotto immediatamente esclamando: "Lo so bene! Sarebbe la soluzione perfetta, ma io non ho fondi sufficienti per impiegare personale che riediti tutto il libro aggiungendo i un FEN ad ognuna delle immagini, varie centinaia.!

Detto questo, purtroppo non è rimasta alcuna speranza in quanto non è intenzionato a far uscire dalla casa editrice, la matrice del libro: dice che i libri di scacchi si rivolgono ad un publico estremamente scelto ed una violazione di copyright gli taglierebbe economicamente le gambe... e... non può rischiare di dare a chicchessia la matrice non protetta.

Ecco, questo è quanto, spero di aver soddisfatto le tue curiosità, se no, scrivimi pure ancora.
A presto.
Gabry.

Join nvda-it@groups.io to automatically receive all group messages.