Re: nuove voci per nvda


Simone Dal Maso
 

Ciao Chris,
poni molte domande e risponderti può risultare complesso. Sono consigliere nella sezione provinciale dell'Uici di Padova e ho seguito l'informatica per molti anni.
Ci possono essere due motivi per cui uno studente si ritrova installato uno screen reader balordo, prendiamo Supernova che è la disperazione di qualsiasi individuo un pochino formato.
1. è stata indetta una gara d'appalto per screen reader nella provincia o in una determinata Ulss. Le aziende presentano i propri prodotti con ovviamente i preventivi piu' bassi possibile. Il vincitore si aggiudicherà una discreta assicurazione che consiste nel fatto che se verrà richiesto un prodotto all'Usl, in genere lo fanno le famiglie o le scuole, quella Usll passerà Supernova, se è risultato vincitore del bando/gara.
Certo, volendo l'utente può protestare e volere un altro prodotto, ma succede di raro, giacché spesso sono alle prime armi.
2. L'utente è andato in un centro particolare, Fondazioni o associazioni che seguono i bimbi, e gli è stato consigliato fortemente quel prodotto. L'utente si fida, richiede quel prodotto e poi fine.

Il problema principale è costituito dal primo punto.
Se un'azienda vince una gara con un prodotto scadente, una buona parte di utenti avranno prodotti scadenti.
Se vogliono un prodotto piu' performante, devono aggiungerci la differenza di tasca loro.

Per dirti, Jaws è ancora lo screen reader piu' conosciuto. Molti educatori/formatori lo consigliano. Ma quanto a gare e bandi, Jaws risulta spesso perdente, perché chi lo rivende non può certo competere con i prezzi di un supernova o di un NVDA+ivona.

Devi anche considerare che ogni rivenditore porterà l'acqua al suo mulino, perciò se andrai in Tiflosystem ti diranno che NVDA è fantastico e che Jaws ormai è morto e lo usano solo i nostalgici.
Se vai in Visiondepth ti diranno che Jaws è insuperabile e che NVDA va bene per far 4 cose.
Se vai in VoiceSystem ti diranno che Supernova è molto superiore a NVDA. Non so onestamente cosa dicano riguardo Jaws!

Il ruolo delle associazioni dovrebbe essere quello di consigliare agli utenti il miglior prodotto secondo le loro esigenze.
Perciò, se qualcuno passa da me, generalmente lo indirizzo verso NVDA, ma ti assicuro che ci sono state circostanze nelle quali ho deliberatamente virato verso Jaws, specie per chi utilizza Word e Excel in maniera molto spinta; anche prodotti come Winlucy o Speaky Pc Facile che spesso sono criticati e bistrattati, possono risultare veramente utili a quelle persone che veramente sono molto avanti con gli anni o che hanno altre disabilità cognitive oltre la cecità.
Insomma, per farla breve, spesso in Unione Ciechi i ragazzi arrivano già con il loro pc, con il loro screen reader. E come ho scritto un sacco di volte, il problema principale è costituito da Supernova, che non è all'altezza rispetto agli altri.
Intanto però i soldi sono stati spesi, e vai tu a spiegare alle famiglie che dovevano fare diversamente...

Il 25/01/2021 15:17, ChrisLM ha scritto:
Simone, non mi riferivo all'aspetto legale. Se qualcuno ha avuto un danno agisce di conseguenza a proprio carico.
Mi riferivo al fatto che, come hai descritto pure tu, spesso passano prodotti di un certo tipo invece che screen reader professionali.
Per questo mi chiedevo se ci fosse qualcuno che sappia indirizzare un utente cieco all'utilizzo di prodotti efficaci. Pare che le associazioni varie in questo senso non facciano nulla.
Io non so se tu fai parte di associazioni per non vedenti o meno, ma non ha importanza. Già il fatto che dici che ti sei ritrovato a dover disinstallare prodotti inutili in Pc di alcuni studenti la cosa fa riflettere. Chi gli ha consigliato di installare quei prodotti? Mica i rivenditori tiflotecnici bussano alla porta dei ciechi a portare i loro prodotti.
Chi è che indirizza gli utenti verso questi rivenditori? Non sarà mica l'Unione Ciechi? Spero di no per dindirindina!
Cosa dovrebbero fare quindi 'ste associazioni? Magari portare gli utenti e le famiglie con ragazzi non vedenti verso prodotti di qualità e convenienti in termini pratici, aiutare a riconoscere ed evitare fregature, e perché no, anche indicare loro il modo per interagire con chi questi prodotti li sviluppa quotidianamente.
Sembra fantascienza, ma pare che in diversi paesi del mondo già lo fanno...
Questo era il senso. Un'associazione nazionale dovrebbe indicare i prodotti  giusti ed efficaci per gli studenti e utenti vari, parlando nelle scuole ed università, ambienti di lavoro ecc. L'alternativa potrebbe essere clonare almeno 1000 volte simone Dal Maso e mandare i cloni in giro per tutta la penisola e isole maggiori.
questa sì, è fantascienza. Per ora...
Chris.
Simone Dal Maso ha scritto il 25/01/2021 alle 12:59:

cosa dovrebbero fare?
Denunciare le aziende che rivendono gli ausili per pratiche scorrette?

Join nvda-it@groups.io to automatically receive all group messages.