Re: Creazione di una lista per programmatori, era Re: [nvda-it] Saluti e richiesta su Virtual studio code


vincenzo gramuglia <gramuglia83@...>
 

Ciao,

interessante anche questa, vediamo e una buona idea.

Il 14/10/2019 11:21, Angelina Luca ha scritto:
Ciao, se si crea un gruppo per imparare la programmazione io sono interessato.
Eventualmente anche a pagamento.
Luca



Luca Angelina
DIREZIONE PROVINCIALE TRIESTE
Ufficio Relazioni Con Il Pubblico




-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di roberto.abutzu@gmail.com
Inviato: lunedì 14 ottobre 2019 11:15
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: Creazione di una lista per programmatori, era Re: [nvda-it] Saluti e richiesta su Virtual studio code

Ciao Gianluca. Se si forma un gruppetto di interessati, io sono favorevole.
E concordo anche sul fatto che chi lavora vada retribuito.
Tanto a cercar cose gratuite si finisce solo per passare tempo in rete con pochi risultati.
Certo, se siamo in 2 magari diventa troppo oneroso. Ma un bel gruppetto potrebbe anche far nascere un bel progetto.
Vedi in quanti riesci a recuperare.
Roberto

-----Messaggio originale-----
Da: nvda-it@groups.io <nvda-it@groups.io> Per conto di Gianluca Casalino
Inviato: lunedì 14 ottobre 2019 11:09
A: nvda-it@groups.io
Oggetto: Re: Creazione di una lista per programmatori, era Re: [nvda-it] Saluti e richiesta su Virtual studio code

Voglio precisare alcune cose.

Programmando e tutte le liste ospitate su spazioausili necessiterebbero di donazioni perchè mantenere la piattaforma, il server e lo spazio necessario all'archivio ha un costo. Tralaltro nemmeno esagerato.

Ricordo che le liste in questione avevano una prerogativa importante:
l'accessibilità.

Sia la piattaforma da web che tutto ciò che vi ruotava attorno era e sarebbe ancora completamente accessibile.

Inutle ricordare cosa sono diventati gli altri providers.

Quindi, non capisco perchè si contesti la richiesta di donazioni.

Ricordo anche che lo scopo di programmando non è mai stato quello di tenere dei corsi, ma di dare uno spazio per la discussione e lo scambio di sorgenti, idee ed esperienze nel campo della programmazione.

Io se volete, posso riattivare tutte le liste ampiando lo spazio del server a 20gb almeno.

Questo potrebbe avere un costo di 10 euro al mese a grandi linee.

Il vantaggio è che se poi si vogliono attivare servizi aggiuntivi, avendo un server è facile immaginarli.

Quello che manca è solo un gruppo di persone motivate che credono nel progetto.

In mancanza di ciò allora è giusto proseguire nella creazione di una lista ospitata in uno dei qualsiasi provider esistenti.

Per quanto riguarda la formazione, io non avrei problemi anche se non sono un professionista.

Tuttavia conosco bene python. Ho realizzato oltre a script per nvda, wintalbra e altri applicativi che ora per brevità non elenco.

Tuttavia non vi posso garantire continuità a titolo gratuito.

Se ritenete interessante vi seguo, ma è giusto che si stabilisca un prezzo anche agevolato se necessario, ma tutto ciò che si basa sul volontariato dura finchè dura.

Non vorrei polemiche ovviamente, ma solo dare una soluzione che può piacere o meno convincere o meno.

Buon lavoro a tutti

Il 14/10/2019 10:53, vincenzo gramuglia ha scritto:
Ciao,

riguardo la proposta che o riletto perchè stò leggendo solo ora tutti
i messaggi, la lista sarà moderata da me, Roberto e Servidio, poi
bisogna iniziare con e prime cose su phiton, lo può fare chiunque,
come anche il fatto del html.

Ripeto noi siamo disponibili a fare questo.

Il 11/10/2019 12:14, ChrisLM ha scritto:
Concordo con Simone, e dico di più.
Io potrei pure mettere a pagamento l'accesso ai contenuti del mio
sito. All'utente non piace? Pazienza, grazie e arrivederci.
Ovviamente i miei contenuti devono aver un certo valore, se l'utente
vuole i miei contenuti deve pagare, se no gira i tacchi.

Però il discorso che si riporta quì è un altro , e mi fa un po'
sorridere.
qui si parla di creare una lista per apprendere la programmazione,
suppongo per python, e si parte con la creazione di un sito la cui
prerogativa sono le donazioni.
Ok, seguiamo questa ipotesi:
nonostante le risorse che ofre il web creiamo il nostro sito bello
pomposo, dominio a pagamento quindi è necessario chiedere donazioni.
Fatto i sito con la relativa lista arrivano i primi 10 utenti, poi 15
e chissà 20.
Tutto pronto, possiamo discutere della programmazione.
Bene, parliamone. Ok, sì. Tutti vogliono imparare, chi sul serio chi
per finta, qualcuno ha nozioni prese qua e là e altri non sanno
neppure come si scrive python.
Quindi, chi inizia? Ehmm. Inquietante silenzio...

Questo per dire che prima di parlare di sito o donazioni occorre
magari definire i contenuti.
Nel nostro caso specifico:
1. chi è disposto a portare avanti questa sorta di corso per python o
programmazione?
Ci si aspetta uno sviluppatore o almeno un esperto in materia e che
abbia tempo e voglia di seguire la cosa, altrimenti ci si impantana
nell'inquietante silenzio menzionato sopra.

2. Quali sono gli obbiettivi iniziali?
concetti base, obbiettivi che si svilupperanno in seguito se la cosa
parte, eccetera.

Mi pare quindi ovvio che se non ci sono almeno questi due punti non a
proprio senso parlare di siti o donazioni, e se la cosa parte
comunque, non ci si può neppure lamentare se in seguito non arrivano
donazioni. La breve vicenda di Programmando è un palese esempio.


Chris.

In reply to Simone Dal Maso, 11/10/2019 10:43:
Il 11/10/2019 09:50, roberto.abutzu@gmail.com ha scritto:
Nel nostro sito, io e Vincenzo, per una settimana avevamo messo il
donate.

Poi, in lista, qualcuno si è lamentato del fatto che se qualcuno fa
qualcosa non deve chiedere nulla.
E con questo?
Cioè voi perché il primo rompiballe di turno dice qualcosa togliete
le donazioni?
Gli andava risposto semplicemente, non sei obbligato a visitare il sito.
Fine.







Join nvda-it@groups.io to automatically receive all group messages.